Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma

Patrocinio, Contributi e agevolazioni

Stampa

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo eroga una serie di contributi in diversi settori di attività. La parte più consistente riguarda il Fondo unico per lo spettacolo che è amministrato dalle due Direzioni generali per il Cinema e lo Spettacolo dal vivo.
Altresì, il MiBACT concede il Patrocinio ad eventi e iniziative di carattere Nazionale o Internazionale, di alto rilievo culturale, scientifico, artistico, storico e di promozione turistica.
Sono previste, poi, facilitazioni per gli immobili gravati da vincoli, così come sono state approvate norme per facilitare la costruzione di impianti sportivi.
Ci sono, poi, contributi diretti volti a sostenere l’attività di Istituzioni e associazioni culturali e misure per facilitare l’attività delle società sportive.
Di seguito vengono segnalati i link a pagine che contengono informazioni utili per accedere ai contributi dello Stato.


PATROCINIO - CRITERI DI CONCESSIONE E INFORMAZIONI GENERALI
Il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo è accordato a eventi e iniziative di carattere nazionale o internazionale, di alto rilievo culturale, scientifico, artistico e storico e di promozione turistica.
Il patrocinio è accordato dal Ministro o dal Sottosegretario delegato.
La concessione del patrocinio è nella discrezione dell’Amministrazione.
Di norma il patrocinio non è concesso a iniziative che abbiano carattere anche indirettamente lucrativo; a manifestazioni di rilevanza strettamente locale, seppur degne di evidenza particolare; a iniziative che non rientrino nella missione istituzionale del Ministero a mostre personali di artisti contemporanei, a pubblicazioni, dvd, opere cinematografiche o teatrali.
Il patrocinio non è concesso a iniziative promosse da organi o istituti del Ministero in quanto è sottinteso.
Il patrocinio è concesso alla singola iniziativa, non si estende ad altre iniziative analoghe o affini e non è accordato in via permanente. Non si estende dunque a ulteriori iniziative dello stesso tipo o dello stesso soggetto richiedente, per le quali va presentata una nuova richiesta.
La richiesta di patrocinio, redatta su carta intestata del soggetto richiedente, sottoscritta dal responsabile dell'iniziativa o dal rappresentante legale dell’ente, deve essere inviata esclusivamente con una sola modalità tra le seguenti:
- a mezzo posta, al seguente indirizzo: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Via del Collegio Romano, 27 - 00186 Roma;
- per posta elettronica all’Ufficio del Cerimoniale: cerimoniale@beniculturali.it;
- per posta elettronica all’Ufficio di Gabinetto del Ministero: gabinetto@beniculturali.it.
La domanda deve contenere le seguenti informazioni ... scarica il documento in formato pdf


EROGAZIONI LIBERALI - Meno tasse per chi investe in cultura
Le erogazioni liberali sono liberalità in denaro a favore del settore pubblico o del settore privato no profit che possono costituire fiscalmente, a secondo della tipologia del soggetto erogatore oneri deducibili dal reddito (imprese) o oneri detraibili dall’imposta sul reddito (persone fisiche e enti non commerciali).
Investire in cultura significa investire nella crescita economico-sociale del Paese attraverso una azione comune di risorse pubbliche e private. Un contributo molto importante è costituito dalle erogazioni liberali effettuate da imprese, persone fisiche e enti non commerciali che decidono di destinare una parte delle proprie risorse all’arte.
(link interno al sito MiBAC)

 

5 X 1000 ALLA CULTURA
Il comma 46 dell’art. 23 della legge 15 luglio 2011 n. 111 ha operato un ampliamento delle finalità della destinazione del 5 per mille dell’imposta sui redditi delle persone fisiche, inserendo, tra le scelte che il contribuente può compiere, anche il finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.
(link interno al sito MiBAC)

 

Agevolazioni fiscali nel settore cinematografico
Le agevolazioni fiscali attualmente in vigore per il settore cinematografico permettono ai soggetti privati che investono nel cinema di accedere a crediti di imposta (tax credit) e alla detassazione degli utili (tax shelter).
(link esterno al sito http://www.cinema.beniculturali.it)

Contributi e Riconoscimenti nel settore cinematografico
Gli strumenti e le forme del sostegno pubblico alle attività cinematografiche. Decisioni e modalità di accesso per agevolazioni, benefici, contributi e riconoscimenti per i seguenti settori: Opere cinematografiche, Festival e associazioni, Sale, Industrie tecniche, Enti di Settore, Film d'essai
(link esterno al sito http://www.cinema.beniculturali.it)


Contributi alle attività dello spettacolo dal vivo  
Per avere informazioni dettagliate sulle modalità di erogazione dei contributi per ciascun settore dello Spettacolo dal Vivo si suggerisce di consultare le singoli sezioni: Musica, Teatro, Danza, Circhi e Spettacolo Viaggiante.
(link esterno al sito www.spettacolodalvivo.beniculturali.it)

 

Contributi e programmi di finanziamento per le biblioteche non statali, gli istituti culturali 
Per i seguenti ambiti: Istituti Culturali, Comitati Nazionali per le Celebrazioni, Edizioni Nazionali, Biblioteche non statali, Convegni e Pubblicazioni, Sostegno editoria libraria, Pubblicazioni periodiche di elevato valore culturale.
(link esterno al sito www.librari.beniculturali.it)

 

Contributi per archivi non statali e/o documenti di  notevole interesse culturale
Dichiarazione di notevole interesse culturale "... che abbia effettuato interventi conservativi sul proprio archivio può essere ammesso a ricevere contributi statali, ai sensi degli articoli 34 e 35 del Codice, e può usufruire delle agevolazioni .."
(link esterno al sito www.archivi.beniculturali.it)


Il volontariato nei beni culturali
Il 5 ottobre 1999 è stato Firmato un Protocollo d’intesa con quattro importanti associazioni di volontariato (Arci, Auser, Archeoclub e Legambiente), per sviluppare l’attività nel campo dei beni culturali. Il protocollo, aperto alla firma di tutte le altre associazioni di volontariato, fornisce un nuovo quadro di riferimento per i rapporti fra il Ministero ed il mondo del volontariato e prevede il possibile ricorso al contributo dei volontari in numerose attività fra le quali: il prolungamento dell’orario dei musei, l’ampliamento dei servizi culturali e di accoglienza anche in occasione di mostre, la sistemazione di archivi e cataloghi, la realizzazione di circuiti assistiti nei siti archeologici.
Protocollo d'intesa del 5 ottobre 1999
(documento in formato PDF, peso 21 Kb)
Convenzione Tipo - Fonte: www.legambienteverona.it
(documento in formato PDF, peso 23 Kb)


Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 06.6723.2980 .2990    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2014 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 25-09-2014 11:32:36 | Rif: 507


Id Asset: 507 Generata il: Thu Sep 25 12:34:43 CEST 2014 Tempo di esecuzione: 66 Categoria: Patrocinio, Contributi e agevolazioni (244)