Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma


Piano riduzione oneri Amministrazione. Modulistica standardizzata

Pubblicato il 17 maggio 2010



Stampa
La legge cosiddetta “taglia oneri” prevede di giungere entro il 31 dicembre 2012 alla riduzione del 25% degli oneri amministrativi, gravanti sulle piccole e medie imprese, derivanti da obblighi informativi delle materie affidati alla competenza dello Stato. E’ stato quindi predisposto il “Piano di riduzione degli oneri amministrativi delle imprese”: tale piano individua una serie d’interventi organizzativi e tecnologici finalizzati alla riduzione degli oneri amministrativi derivanti dall’applicazione di alcune disposizioni contenute nel “Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio”.
In una prima fase di attuazione stata prevista la predisposizione di una modulistica unica standardizzata da rendere disponibile all’utenza per un facile reperimento delle informazioni necessarie ad interagire con gli uffici. La seconda fase, entro maggio 2010, dovrà consentire all’utenza on-line le istanze di comunicazione e documentazione richieste. Sono stati quindi elaborati quattro modelli standardizzati relativi ai seguenti procedimenti :

- Autorizzazione per l’esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (art. 21, c 4 D.Lgs42/2004); ammissibilità a contributi per interventi conservativi volontari; certificazione del carattere necessario degli interventi ai fini delle agevolazioni tributarie (an. 31 D.Lgs 4212004) (all.1).
- Interventi conservativi imposti (art.32 D.Lgs 42/2004) per la formulazione di osservazioni o presentazione del progetto esecutivo (all.2);
- Autorizzazione all’affissione di amniofesti e/o cartelli pubblicitari e autorizzazione all’affissione su ponteggi eretti per l’esecuzione di interventi di restauro (art. 49 D.Lgs 4212009) (all.3);
- Autorizzazione paesaggistica in via sostitutiva (art. 146, c. 10 D.lgs 42/2004) (All.A).


Premesso questo, le fasi procedurali in via di attuazione possono riassumersi in:

- L’utente compila on-line, in tutte le sue parti, il modulo relativo al tipo di richesta da effettuare.
- L’utente allega tutta la documentazione necessaria in formato elettronico (l’utente è un’impresa del settore che dispone necessariamente di strumenti informatici per la. produzione elettronica della documentazione).
- La richiesta viene trasmessa on-line.
- Dopo le necessarie verifiche formali, l’utente paga il bollo.
- La richiesta viene protocollata.
- Il protocollo informatico produce la ricevuta di avvenuta trasmissione e protocollazione.
- I dati ricevuti vengono predisposti per l’invio ai funzionari preposti alla “lavorazione della pratica” mentre la documentazione viene archiviata dal sistema di gestione documentale.
- Una volta completato l’iter della pratica, gli uffici predispongono gli atti finali e li inviano ai destinatari (utenti).



Informazioni Evento:


Data Inizio: 17 maggio 2010
E-mail: alberto.bruni@beniculturali.it astramondo@beniculturali.it

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 06.6723.2980 .2990    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2014 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 17-05-2010 13:47:12 | Rif: 74507


Id Asset: 74507 Generata il: Mon Dec 15 18:02:16 CET 2014 Tempo di esecuzione: 744 Categoria: Innovazione nei servizi per cittadini e imprese (1366)