Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma

L'Aquila: Completata la messa in sicurezza della chiesa delle “Anime Sante”

Pubblicato il 03 agosto 2009

principale
principale
Stampa

Dopo l’inaugurazione della nuova sede dell’Archivio di Stato, si porta a compimento un altro e importante intervento sul patrimonio culturale dell’Aquila. Sono terminate le operazioni di messa in sicurezza di uno dei monumenti più importanti della città, la chiesa di Santa Maria del Suffragio detta delle Anime sante, nel cuore del centro storico della città. Grazie alla collaborazione dei nuclei SAF del corpo Vigili del Fuoco è stato possibile ultimare il posizionamento delle opere provvisionali progettate per la messa in sicurezza della cupola della chiesa.
Le strutture, sono state progettate da un team coordinato dall’Ing. Luciano Marchetti, Vice Commissario delegato per la tutela dei Beni Culturali, composto dalla Società TecnoArt di Ascoli Piceno e dalla società Alci Di Alessi & Cinelli Snc che ha realizzato le strutture metalliche.
Proprio oggi, infatti, è terminata la delicata operazione di posizionamento di una sorta di cappello in materiale ultraleggero per coprire l’intera cupola che già è sostenuta da una struttura in metallo che comunemente è stata chiamata “ragno”, con il lavoro odierno si conclude il progetto di messa in sicurezza dell’edificio per evitare ulteriori crolli prima di iniziare l’intervento di recupero vero e proprio.
La Chiesa, gravemente colpita dall’evento sismico del 6 Aprile 2009, aveva riportato i danni maggiori alle murature portanti della cupola.
La struttura era stata danneggiata dal crollo della lanterna, e all’indomani del 6 aprile si presentava in gran parte priva della volta di copertura con due ampi squarci e lesioni passanti nelle murature portanti che ne stavano compromettendo irrimediabilmente la stabilità. I crolli, avvenuti per la quasi totalità verso l’interno della Chiesa, hanno colmato di macerie gran parte del transetto e della navata centrale sottostanti.
E’ stato così avviato lo studio dei presidi da realizzare per la messa in sicurezza dell’edificio, progetto che, nella sua redazione iniziale, fu anche presentato al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in occasione della sua visita a L’Aquila il 1 maggio.
Numerosi sono stati i vincoli non eliminabili che andavano tenuti presenti per la realizzazione e il montaggio della struttura di presidio: il rischio di ulteriori crolli, l’impossibilità di intervenire dall’interno della Chiesa, la necessità di evitare comunque il completo crollo della cupola mettendone in sicurezza le murature profondamente lesionate, hanno sconsigliato un intervento con  manufatti  più convenzionali come ponteggi e puntellamenti all’esterno del manufatto.
L’intervento è stato predisposto in più fasi:
- cerchiatura delle murature con corde con fasce aramidiche ad alta resistenza; il materiale impiegato, l’aramide, è una fibra sintetica ad altissima resistenza usata anche per applicazioni aeronautiche e militari;
- irrigidimento e consolidamento delle murature lesionate tramite inserimento di telai in acciaio in corrispondenza delle finestre e degli squarci seguiti ai crolli;
- realizzazione di una struttura di appoggio (ombrello a tronco di piramide a base ottogonale) per il sistema di puntellamento interno delle murature e della volta;
- collegamenti tra i due sistemi (interno ed esterno alla cupola) in modo da realizzare una sorta di incamiciatura delle strutture lesionate.
- realizzazione e istallazione della struttura di copertura
Il fulcro delle operazioni è stato sicuramente il montaggio e il varo della struttura ad “ombrello” interna,  realizzato in tubi di acciaio composta da otto tralicci reticolari incernierati su un tamburo centrale a forma di ottagono e collegati con pistoni oleodinamici ai lati del tamburo, predisposto già per l’alloggiamento della copertura e per la realizzazione delle opere di restauro e consolidamento.
Grazie a queste opere è ora possibile entrare nell’edificio e iniziare a predisporre il progetto per il definitivo recupero della chiesa. “La chiesa di Santa Maria del Suffragio - dichiara il Vice Commissario Ing. Luciano Marchetti - rientra nella lista stilata dal Ministero per i beni e le attività culturali dei 44 monumenti aquilani che potranno essere restaurati con il contributo di altre nazioni che li vorranno adottare”.
Contemporaneamente l’attenzione dell’ufficio del Vice commissario delegato per i beni culturali si sta rivolgendo a tutto il patrimonio culturale danneggiato: “stiamo lavorando alla messa in sicurezza di tanti edifici monumentali- conclude Marchetti -  e, contemporaneamente, i tecnici continuano a valutare i danni che fortunatamente, in alcuni casi, soprattutto fuori della zona  dell’epicentro si stanno rivelando meno gravi di quanto valutato all’indomani del 6 aprile”.

 

__________________________________________

Presidenza del Consiglio dei Ministri
DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE
Ufficio del Vice-Commissario delegato
per la tutela dei Beni Culturali
Scuola Guardia di Finanza – Coppito, L’Aquila
Palazzina C1, II piano
Tel. 0862 312479 – fax 0862 319121








Immagini(cliccare per ingrandire)
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante
L'Aquila, Chiesa delle Anime Sante

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 06.6723.2980 .2990    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2014 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 03-08-2009 18:46:14 | Rif: 14590


Id Asset: 14590 Generata il: Fri Dec 12 12:21:53 CET 2014 Tempo di esecuzione: 241 Categoria: Cultura (327)