Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma


VISITA GUIDATA
Notte magica nella città di Kainua. Aspettando il solstizio in compagnia degli Etruschi

Pubblicato il 13 giugno 2012



Notte magica nella città di Kainua. Aspettando il solstizio in compagnia degli Etruschi
Notte magica nella città di Kainua. Aspettando il solstizio in compagnia degli Etruschi
Stampa
Riti e miti etruschi rivivono da mezzanotte all’alba tra ludi, libagioni e antichi suoni, aspettando il solstizio in compagnia degli Etruschi
Rievocazione emozionale del rito di fondazione della città: l'attesa del giorno propizio, la veglia notturna, l'avvento dell'alba e l'istante auspicale dell'unione dei Mondi


Tutto è iniziato sull’acropoli. È qui, nella sede augurationis, che abbracciando con lo sguardo il territorio circostante il sacerdote ha disegnato l’area della futura città, proiettando sul terreno il templum celeste che ospitava i suoi Dei.
Sotto di lui, nel punto d’incrocio degli assi celesti, l’auspicante ha infisso nel terreno un cippo con decussis, principio generatore e centro topografico della nuova Kainua. Una città disegnata sopra i punti cardinali, lungo l’asse che collegava la levata e il tramonto del sole nei giorni di solstizio.

È successo 2500 anni fa, accadrà ancora all’alba del 24 giugno, a ridosso del solstizio d’estate, nell’area archeologica e nel Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” di Marzabotto.
L’antica città etrusca di Kainua rivivrà il momento magico della sua fondazione al termine di una lunga notte bianca che tra incontri, visite guidate, rievocazioni storiche, bevande antiche e cornamuse, traghetterà il pubblico dalla mezzanotte alle prime luci del giorno.


In effetti la kermesse inizierà alle 18, quando la direttrice del museo Paola Desantis offrirà al pubblico una visita guidata all’area archeologica sulle orme degli Etruschi di Kainua/Marzabotto. La visita, della durata di un’ora circa, si snoderà attraverso le grandi strade della città etrusca e permetterà di cogliere il regolare impianto urbano, i resti delle case e del nuovo grande tempio urbano, le tombe della necropoli e i templi dell’Acropoli.
Terminata la visita, il pubblico potrà fermarsi nell’area ristoro all’interno dell’area archeologica oppure cenare nel centro cittadino di Marzabotto dove l'Associazione Turistica Pro Loco di Marzabotto, in collaborazione con la Trattoria Enoteca Barsotti, organizza una cena con piatti tratti dalla tradizione etrusca (€ 20, prenotazione 051.932586); al termine, animazione e gioco a quiz con ricchi premi “Il Rischia-Etrusco”
Verso le 23.30, il Popolo di Kainua, Mathlum Kainual, partirà dal centro urbano di Marzabotto per salire al Museo Nazionale Etrusco alla luce delle fiaccole
Il corteo arriverà al museo verso mezzanotte, dove sarà accolto dal Soprintendente Filippo Maria Gambari e dal Direttore del Museo Paola Desantis che illustreranno Le opere, i giorni e le stagioni sull’altopiano di Misano, vita e storia dell’antica città etrusca.
Corrado Re introdurrà alle tematiche della rievocazione storica, spiegando origini e finalità del Festival di Kainua
All’una di notte inizierà Una notte al Museo in compagnia degli Etruschi, in collaborazione con ArcheoStorica e Teatro Marzabotto in Scena
Nel corso della visita guidata al museo, condotta da Paola Desantis, le immagini dei personaggi più significativi vissuti a Kainua riprenderanno vita per raccontare, nella notte più breve dell’anno, l’intreccio delle loro storie sull’antico pianoro.
Al termine Luigi Sbaffi introdurrà “Il risveglio degli Etruschi”, gioco di ruolo da tavolo, cui farà seguito “Intermezzi di antichità”, storie di Etruschi tratte dagli antichi testi
Alle 3, Filippo Maria Gambari parlerà di “Orzo, miglio, sorbe e i mille modi di creare ebbrezza con l’acqua”, singolare excursus sulla storia della birra che culminerà nella degustazione di birra di castagna offerta dal birrificio Beltaine di Granaglione
Alle 4, la veglia di solstizio si dipanerà tra riti, ludi e libagioni con buffet offerto da Coop Reno di Marzabotto, Birra Beltaine di Granaglione e Agriturismo La Quercia di Marzabotto
A ridosso dell’alba, la veglia si sposterà sull’Acropoli dove l’archeologo Antonio Gottarelli illustrerà il rito di fondazione nel magico lucore della prima aurora d’estate.
Nel mondo antico, la fondazione di una città era strettamente legata al tentativo di definire in terra uno spazio che ricalcasse in qualche modo l’ordine ideale del cielo. Cosa si nasconde dietro le molteplici costanti che si ritrovano nei riti di fondazione delle città, anche a distanza di miglia e di secoli? L’evocazione guidata del rito di fondazione della città etrusca di Marzabotto illustrerà al pubblico queste difficili e affascinanti problematiche.
Subito dopo si raggiungerà il punto centrale della città dove, presso il decussis, si potrà rivivere la magia dell’alba nell’attimo unico del solstizio d’estate.
Il sorgere del sole, verso le 5, sarà scandito dalle note del suggestivo concerto di cornamusa di Pietro Malaguti seguito dalla processione alla necropoli orientale per il saluto agli antenati.
La notte bianca si chiuderà con il ritorno al museo dove agli audaci “traghettatori della notte” sarà offerto un caldo e dolce conforto.

L’iniziativa è promossa dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” di Marzabotto, Provincia di Bologna in collaborazione con Comune e Pro Loco di Marzabotto, Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna, Coop Reno di Marzabotto, Birra Beltaine di Granaglione, ArcheoStorica APS, Methlum Kainual - Popolo di Kainua APS, Gruppo Archeologico Bolognese, Agriturismo La Quercia e Bar Daniela.
Il progetto è della Direzione del Museo Nazionale Etrusco di Marzabotto e di ArcheoStorica APS
Coordinamento e regia di ArcheoStorica APS in collaborazione con Associazione Teatro Marzabotto in Scena, Methlum Kainual APS, Risveglio degli Etruschi APS



La partecipazione è libera e gratuita; è gradita la prenotazione al tel. 051.932353.
Si consiglia di portare torcia e plaid
Nelle giornate di sabato 23 e domenica 24 giugno il museo resterà aperto con orario continuato 9-18.30 e ingresso gratuito. Nella notte fra il 23 e il 24, effettuerà un’ulteriore apertura straordinaria da mezzanotte alle 3 del mattino
La notte bianca di Marzabotto chiude l'edizione 2012 delle ArcheoloGITE BOLOGNESI

La planimetria urbana di Marzabotto è un chiaro esempio di fondazione etrusco ritu, cioè di città delimitata e disegnata come proiezione terrena del templum celeste, così come prescritto dall’etrusca disciplina. È lampante l’esistenza di un vero e proprio piano urbanistico, elaborato teoricamente e concretamente applicato al terreno con un’unica operazione e in un solo momento, coincidenti con la fondazione della città, perlomeno nelle sue linee essenziali.
La conferma definitiva è venuta dal ritrovamento, tra il 1963 e il 1965, di quattro ciottoli di fiume infissi nel terreno vergine, di cui uno inciso sulla sommità con una croce orientata secondo i punti cardinali. Si tratta del decussis, un cippo ricco di valenze simboliche che attesta come, proprio in quel punto, gli officianti addetti alla divisione della città definirono i principali assi stradali.
Il cippo con decussis è il segno materiale che Marzabotto fu fondata seguendo le meticolose disposizioni previste dal rito di fondazione delle città etrusche, rito che prevedeva la ripartizione preliminare dello spazio urbano, inteso come proiezione sul terreno dell’ideale templum celeste.


Redattore: CARLA CONTI

Informazioni Evento:


Data Inizio: 23 giugno 2012
Data Fine: 24 giugno 2012
Costo del biglietto: gratuito; Per informazioni 051932353
Prenotazione:Facoltativa; Telefono prenotazioni: 051932353
Luogo: Marzabotto, Museo Nazionale Etrusco 'Pompeo Aria' e annessa area archeologica della città di Kainua
Orario: museo 9-18.30
Telefono: 051932353
Fax: 051932353
E-mail: alessandro.adami@beniculturali.it
Sito web: http://www.archeobologna.beniculturali.it


Dove:

Marzabotto, Museo Nazionale Etrusco 'Pompeo Aria' e annessa area archeologica della città di Kainua
Città: Marzabotto
Indirizzo: Via Porrettana Sud n. 13
Provincia: (BO)
Regione: Emilia-Romagna
Telefono: 051932353
Fax: 051932353
E-mail: alessandro.adami@beniculturali.it
Sito web: http://www.archeobologna.beniculturali.it



XML

   VISITA GUIDATA
Notte magica nella città di Kainua. Aspettando il solstizio in compagnia degli Etruschi

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 06.6723.2980 .2990    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2014 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 15-06-2012 14:44:20 | Rif: 107919


Id Asset: 107919 Generata il: Fri Dec 12 10:45:49 CET 2014 Tempo di esecuzione: 74 Categoria: Eventi (661)
CmsInclude=28559 Global=28579