Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma


Il Polittico degli Zavattari

Pubblicato il 24 aprile 2013



Il Polittico degli Zavattari
Il Polittico degli Zavattari
Stampa
La Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma diretta da Daniela Porro e la Direzione del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo diretto da Maria Grazia Bernardini, presentano al pubblico, dal 2 al 19 maggio 2013, il Polittico degli Zavattari .

Il polittico, al momento dell’ingresso nel Museo nel 1928 a seguito di una donazione, si componeva di cinque pannelli; gli altri due, individuati in una collezione privata da Roberto Longhi già nel 1957, furono acquistati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali nel 2000 e assegnati al Museo di Castel Sant’Angelo.

Oggi viene presentata al pubblico l’opera nella composizione completa e dopo il restauro delle due tavole di recente acquisizione e una revisione generale dell’intero polittico.

Il dipinto rappresenta un’importantissima testimonianza della pittura lombarda su tavola di metà Quattrocento, per le grandi dimensioni e per la preziosità della tecnica esecutiva. Gli Zavattari erano membri di un’antica famiglia milanese, attivi tra la seconda metà del XIV secolo e il XVI secolo. Lavorarono per i duchi di Milano, ottenendo commissioni prestigiose, tra cui la più nota è la decorazione ad affresco della Cappella di Teodolinda nel Duomo di Monza, firmata e datata 1444.

Il polittico sarà esposto nella Cagliostra che, con l’occasione, sarà di nuovo fruibile al grande pubblico. L’ambiente cinquecentesco, interamente affrescato con grottesche da Luzio Romano e Perin del Vaga, deve la sua fama al suo inquilino più celebre, il Conte di Cagliostro, che vi fu detenuto per sedici mesi nel 1789 con le accuse di eresia, massoneria e stregoneria.


Direzione lavori: Maria Grazia Bernardini
Restauro: Laura Cibrario e Fabiola Jatta, con la collaborazione di Giancarlo Di Gaetano
Supporto del polittico: Mario Nataletti
Consulenza scientifica: Roberta Delmoro, Alessandra Ghidoli, Paolo Scarpitti (ISCR)

Collaborazione: Stefano Brachetti, Annarita Conte, Maria De Bellis, Miria Nardi
Didattica: Susanna Mastrofini
Traduzione: Martina Cimarelli

Documentazione fotografica dopo il restauro: Laboratorio fotografico della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici e per il Polo Museale della città di Roma

Allestimento: Articolarte s.r.l.

Ufficio Stampa SSPSAE e per il Polo Museale della città di Roma
Anna Loreta Valerio – Responsabile
Davide Latella
Emanuele Pecoraro
sspsae-rm.uffstampa@beniculturali.it
tel. 0669994218 – 0669994294


Redattore: RENZO DE SIMONE

Informazioni Evento:


Data Inizio: 02 maggio 2013
Data Fine: 19 maggio 2013
Luogo: Roma, Museo Nazionale di Castel Sant' Angelo, Sala della Cagliostra
E-mail:



XML

   Il Polittico degli Zavattari

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 06.6723.2980 .2990    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2014 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 24-04-2013 19:53:16 | Rif: 116411


Id Asset: 116411 Generata il: Fri Dec 12 04:18:53 CET 2014 Tempo di esecuzione: 556 Categoria: Eventi (661)
CmsInclude=39577 Global=39583